domenica 8 aprile 2012

"Il tralcio, la foglia, il calice, sono fratelli viventi dell’ovale del cono dell’ellisse, del cerchio...”.
Rudolph Borchardt,  “Il Giardiniere Appassionato”
Le piante e gli elementi che le compongono sono dunque, nella loro essenza, riconducibili a sottili lamine e a forme plastiche immerse nello spazio tridimensionale.
Il mio lavoro vuole suggerire proprio questa spazialità e, plasmando le forme organiche nella luce generatrice dei colori, suscitare il fascino misterioso che ogni pianta possiede, e che è possibile percepire osservando questi complessi organismi con partecipazione emotiva e desiderio di comprendere.
A.T,

Nessun commento:

Posta un commento